Seguici su  
SEO è l'acronimo di Search Engine Optimization che tradotto letteralmente dall'inglese all'italiano é "ottimizzazione per i motori di ricerca". Questa parola viene utilizzata per indicare tutti i lavori necessari affinchè un sito web abbia la struttura e i contenuti di facile indicizzazione per i motori di ricerca (principalmente Google). La SEO quindi è un termine ormai sdoganato nel web marketing usato per indicare genericamente ogni attività intesa a migliorare il posizionamento organico (quello quindi senza l'ausilio di sponsorizzazioni a pagamento come per esempio Google Adwords, che rientra nei servizi di SEM) dei siti web (di qualsiasi fattura e/o settore) all’interno delle pagine dei risultati di ricerca.
 
Le attività e tecniche di ottimizzazione SEO mirano, più nel dettaglio, a convogliare traffico qualificato verso le pagine di un sito attraverso il raggiungimento delle prime posizioni dei motori per determinate parole chiave (keyword); come è noto infatti i risultati in cima nella SERP (Search Engine Result Page) hanno una migliore visibilità e dunque una maggiore probabilità di ricevere click.

I fattori di posizionamento SEO da prendere in considerazione per una corretta indicizzazione del sito nei motori si distinguono in fattori SEO on-site e fattori SEO off-site a seconda che riguardino criteri e accorgimenti da adottare internamente o esternamente al sito preso in esame.
 
L’attività SEO on-site può riguardare tutti gli elementi che compongono un sito web: ottimizzazione dei contenuti e delle immagini presenti nelle pagine del sito o del codice delle pagine, implementazione delle tecnologie adottate ecc. L’attività SEO off-site, che invece è riconducibile ad azioni su siti terzi, mira a generare link in ingresso (back-link) per incrementare la link popularity e dunque anche il ranking della pagina web.
 
Il PageRank elaborato da Google, infatti, premia l’importanza di una pagina web in base al numero dei collegamenti che puntano a essa da altre pagine sul Web (link popularity), tenuto conto anche della qualità dei collegamenti stessi. Il parametro quantitativo prende in considerazione tanto i link provenienti da siti esterni quanto quelli provenienti dalle pagine interne. Il parametro qualitativo del link, invece, è dato dall’autorevolezza della fonte: Google consente un miglior posizionamento ai siti che presentano link univoci provenienti da siti autorevoli rispetto ai temi trattati.
Richiedi informazioni

Sei interessato al servizio SEO? CONTATTACI